5G: il presente e il futuro tra fake news, pregiudizi e visione innovativa

COMPILA IL QUESTIONARIO DOPO AVER VISTO IL WEBINAR PER RICEVERE I CREDITI FERPI (copia il link e incollalo in un'altra scheda del tuo browser) ➡️ https://it.surveymonkey.com/r/GGZNC3Y ⬅️ Il lungo lockdown attuato per contrastare l’emergenza coronavirus ha messo ognuno di noi, e l'intero sistema Paese, di fronte all’evidente e vitale dipendenza dalla continua disponibilità di rete per il traffico dati e voce. L'Italia, come tanti altri Paesi, si è trovata al centro di quella che viene definita la "rivoluzione" del 5G e della banda ultralarga in fibra ottica. La sperimentazione e attuazione di questa nuova potente tecnologia di connessione mobile sollecita da una parte particolari capacità di visione sulle incredibili opportunità di sviluppo industriale e sociale e dall'altra la necessità di fare chiarezza su potenziali effetti per la salute pubblica e sui conseguenti comprensibili timori dei cittadini. È necessario fare chiarezza, partendo dal mondo della comunicazione e dell'informazione, consentendo agli utenti di avere  una corretta e trasparente conoscenza delle opportunità strategiche offerte dal 5G per il lavoro - come lo smart working, l'AI, l'IoT, il network slicing - e in merito all'impatto sulla vita quotidiana - come la telemedicina, il rapporto con le amministrazioni pubbliche, la comunicazione, i trasporti -  e il conseguente abbattimento capillare del digital divide. In questo webinar FERPI e l’Ordine dei Giornalisti desiderano contribuire alla riflessione sullo sviluppo corretto e consapevole della cultura di giornalisti, comunicatori e relatori pubblici sulle nuove frontiere del digitale. Partner dell'iniziativa sono l’ASSOTELECOMUNICAZIONI di Confindustria, l’ANFOV (Associazione per la Convergenza nei Servizi di Comunicazione), l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), l’UNCEM (l'Unione Nazionale Comuni, Comunità ed Enti Montani). L'autorevole intervento del Professor Nicola Pasquino - dell’Università Federico II di Napoli, uno dei massimi esperti internazionali sul tema dell’elettromagnetismo e in particolare dell'impatto dell'esposizione umana ai campi elettromagnetici - e quindi anche del sistema 5G - sulla salute e sull’ambiente, è il punto di partenza per una discussione tra rappresentanti istituzionali, operatori del settore, giornalisti e comunicatori sul tema. L'evento online, realizzato in co-progettazione tra la Commissione di Aggiornamento e Specializzazione Professionale e la Delegazione Ferpi del Piemonte, consente ai soci Ferpi di ottenere 25 crediti per la qualificazione professionale.
Aggiungi ai miei materiali
Rimuovi dai miei materiali
Non perderti nulla!

Iscriviti alla nostra newsletter mensile

Seguici sui social

Rimani sempre aggiornato

Seguici sui social

Rimani sempre aggiornato